Happy Family .. e a Milano arriva il sole!



Ci sono film in cui la regia e la sceneggiatura a volte bastano il prezzo del biglietto. Happy Family è uno di questi: l’idea è originale e riesce a rendere Milano seducente sotto il sole d’estate.

Una commedia che parla di famiglie un po’ eccentriche ma poi non troppo lontane dalla realtà, che non pretende di insegnare nulla ma ti fa sorridere con una parodia su chi scrive e sceneggia storie e persone.

La terribile spada di Damocle incombe su chi crea e vorrebbe che il lettore fosse sempre incuriosito e appa
ssionato, chi non sa come iniziare la storia, non sa come finirla, non sa se fare un finale scontato ma coerente oppure stupire lo spettatore con un colpo di scena.

Gli ingredienti: due sedicenni che vogliono sposarsi (nota di merito al giovane Filippo), il grande Diego Abatantuono che si nutre di cannabis, Margherita Buy un po’ tesa come sempre, Fabrizio Bentivoglio uno splendido borghese milanese malato terminale ma composto ed elegante e molti altri tra cui l’adorabile nonna Anna.
Tira le fila Fabio De Luigi/Salvatores (anche lui si cimenta con le commedie per la prima volta!) che prova ad incastrare tutti i personaggi come un moderno Pirandello, unendo due famiglie che si scoprono più simili di quanto pensino.


Due dettagli:

1 L’attore in prima persona che si rivolge alla telecamera non stanca lo spettatore ma è armonico anche quando la storia passa al narratore in terza persona.
2 L’uso ricercato e coraggioso del colore: il giallo dell’incidente in bicicletta dietro via moscova, il verde quando il protagonista esce dall’ospedale, il rosso della cena delle due famiglie e dei capelli della protagonista, splendidi capelli (…peccato non siano davvero rossi!)

Come ricetta avremmo scelto una classica cotoletta alla milanese o un risotto allo zafferano, ma seguendo il consiglio della nonna Anna vi invitiamo a cimentarvi con le Tagliatelle con gamberetti e funghi porcini; volete sapere perché questa scelta? Guardate il film!



Ingredienti (per 4 persone):
1 spicchio d’aglio, 300 grammi di funghi porcini, 1 peperoncino, 400 grammi di gambereretti puliti, prezzemolo tritato, sale e pepe, olio extravergine d’oliva, 1/2 bicchiere di vino bianco, 400 g. tagliatelle.

Preparazione:

Mettete a rosolare l’aglio ed il peperoncino in 4 cucchiai d’olio in una padella larga. Lavate bene i funghi, facendo attenzione ad eliminare i residui di terra. Tagliate i funghi in fettine grossolane, metteteli nella padella, aggiungendo un pizzico di sale e fate rosolare per qualche minuto. Sommate i gamberetti e lasciate dorare leggermente. Aggiungete il mezzo bicchiere di vino e fate cuocere a fuoco medio fino a farlo evaporare. (L'immagine è di veganblog.it)

Nel frattempo, fate bollire l’acqua, salate e cuocete le tagliatelle. Scolate la pasta al dente e ripassate nel sugo, aggiungendo un filo d’olio a crudo ed il prezzemolo fresco.

Come sempre… buon appetito!


Commenti

Post popolari in questo blog

Anche i blogger donano!

Saving Mr Banks .. I Donuts e l' English Tea

Il Lato Positivo .. dei tagliolini al Tartufo