Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2019

Shazam! …e i "colpi di fulmine"

Immagine
Quando ero ancora un bimbetto, guardavo molti cartoni animati, nonostante la qualità non fosse neanche lontanamente paragonabile alle proposte odierne. Fra i tanti (sì, devo ammettere che ne guardavo tantini) ce n’era uno alquanto sciocco, ma che mi aveva colpito perché i due protagonisti potevano evocare una sorta di genio onnipotente con la sola unione delle due metà di un anello e urlandone il nome: Shazzan! …e il genio compariva in un lampo! Ma la storia di questo film non è la stessa… e anche il nome, infatti, non è lo stesso.
In realtà col nome Shazam esiste una notevole App per smartphone che, magicamente, sa restituirti il nome di una canzone facendogliela ascoltare anche solo per un breve tempo… e lo fa in un lampo! Scaricatevela sullo smartphone se non l’avete, …ma no, ovviamente non è nemmeno di questo che si parla nel film.




Il trailer mi ha convinto subito del fatto che si trattasse di un film divertente, anche se temevo risultasse ancora una volta una trama un po’ troppo da…

Hellboy e la "Ricetta Infernale"

Immagine
Il “cittino dell’inferno” mi rilassa, per cui se posso non me lo faccio mancare. Questa volta l’attore che lo interpreta non è più il solito Ron Perlman, ma il nuovo David Harbour: è comunque bravo, ma un po’ la differenza, onestamente, l’ho sentita. Anche il regista è cambiato: Neil Marshal ha sostituito Guillermo Del Toro e purtroppo, pur essendo molto bravo, il tutto lo trovato leggermente meno credibile. Scomparsa anche la piromante Liz Sherman, adorata ed amata da Helboy, che ci aveva lasciati nel precedente film dichiarandogli l’attesa di più di un figlio. Non si può nemmeno dire che questo film non si piazzi temporalmente dopo i precedenti due, perché in questo il padre adottivo (cambiato anche lui con Ian McShane, decisamente più bravo ma evidentemente più giovane del precedente John Hurt) subisce un cambiamento chiave.

Ho iniziato parlando volutamente in tono riduttivo, ma in realtà il film ha solo un problema di inconsistenza con i precedenti: superato quell’aspetto, non solo…

IMAX, DUMBO e Zucchero Filato

Immagine
Forse i più di voi già lo sanno, ma io ho appena capito cosa significa la sigla IMAX nelle sale cinematografiche. IMAX (da Image Maximum) è un sistema di proiezione che ha la capacità di mostrare immagini e video con una grandezza e una risoluzione molto superiore rispetto ai sistemi di proiezione convenzionali, grazie all’uso di pellicole più grandi e dedicate al solo video, di nastri separati dedicati alla sola parte audio, di proiettori strutturati al fine di gestire questa nuova tecnologia e sale non convenzionali che permettono una disposizione molto più vicina allo schermo. Non sono molte le sale del genere, nel mondo come in Italia, ma a Campi Bisenzio, comune di Firenze, ne esiste una appena allestita nel multisala vicino al centro commerciale I Gigli, che dopo le modifiche implementate nell’estate 2018 ha preso il nome UCI LUXE. Per primi giorni di aprile 2019 è stata lanciata la campagna promozionale “Cinema a 3€”, che prevedeva la formula a 5€ per la sala IMAX. Mi sono incuri…