IMAX, DUMBO e Zucchero Filato


Forse i più di voi già lo sanno, ma io ho appena capito cosa significa la sigla IMAX nelle sale cinematografiche. IMAX (da Image Maximum) è un sistema di proiezione che ha la capacità di mostrare immagini e video con una grandezza e una risoluzione molto superiore rispetto ai sistemi di proiezione convenzionali, grazie all’uso di pellicole più grandi e dedicate al solo video, di nastri separati dedicati alla sola parte audio, di proiettori strutturati al fine di gestire questa nuova tecnologia e sale non convenzionali che permettono una disposizione molto più vicina allo schermo.
Non sono molte le sale del genere, nel mondo come in Italia, ma a Campi Bisenzio, comune di Firenze, ne esiste una appena allestita nel multisala vicino al centro commerciale I Gigli, che dopo le modifiche implementate nell’estate 2018 ha preso il nome UCI LUXE. Per primi giorni di aprile 2019 è stata lanciata la campagna promozionale “Cinema a 3€”, che prevedeva la formula a 5€ per la sala IMAX.
Mi sono incuriosito ed ho acquistato un biglietto per il film proiettato: DUMBO in 3D


Come ho già detto, a me il 3D non piace. Lo trovo adatto solo in casi veramente rari, cioè quelli in cui è il 3D che si piega alle esigenze di un film per esaltarne l’effetto scenico/fotografico, ma generalmente non è così e troppo spesso il prodotto sembra più un qualcosa scritto solo per esaltare gli effetti speciali 3D. Nel caso dell’applicazione del 3D nella sala IMAX, dove lo schermo è più grande e la distanza minore, l’effetto indesiderato -e per me anche fastidioso- è lo sdoppiamento delle immagini al bordo del campo visivo, dovuto alla mancata conversione dell’immagine 3D.
Il risultato quindi è che non sarò in grado di esprimere un mio giudizio su questa tecnologia finché non avrò l’opportunità di vederci un film non 3D: spero presto, perché la cosa mi incuriosisce.

Per quanto riguarda il film, devo dire che è una pellicola più adatta ai bambini: per le fasce d’età dalla pubertà in poi è un po’ troppo semplice e prevedibile. Non è un brutto lavoro, ma riesce ad entusiasmare solo le giovani menti. Quindi valutate bene se portarci dei ragazzini, ma i bambini portateceli e, potendo, comprate loro la cosa che sicuramente apprezzerebbero di più: lo Zucchero Filato!


Il Cotton Candy, come lo chiamano gli anglofoni, è il classico street food da circo o da luna park, costa il giusto e fa incredibilmente felici i bambini, che possono magiare zucchero puro e sporcarsi mani, faccia e, spesso, anche i vestiti... per la disperazione dei loro genitori.
Il procedimento per realizzarlo prevede l’uso di una macchina, la cui parte centrale è un contenitore per lo zucchero dotato di una resistenza elettrica che lo riscalda, sciogliendolo. Lo zucchero fuso sprizza fuori dal contenitore attraverso dei piccolissimi fori e si solidifica, a contatto con l'aria più fredda, formando filetti che possono  essere raccolti ruotando uno stecco lungo il recipiente esterno: essendo molto appiccicosi, questi si attaccheranno tra loro, diventando molto simili a batuffoli di ovatta o di cotone e creando così la magia per i bambini.
Enjoy

Commenti

Post popolari in questo blog

Liebster Award .. tocca a noi!

Anche i blogger donano!