Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2018

Sono Tornato, con lo Sformato Autarchico

Immagine
L'Italia non ha più memoria del fascismo. Cosa accadrebbe, oggi, se il Duce tornasse fra noi? Questa la domanda al centro del delizioso e quanto mai attuale film di Milani che immagina un'ipotetico ritorno del Duce -oggi- nel bel mezzo di Roma. Una manna dal cielo per i mass media, che l'abile Mussolini con l'aiuto del documentarista squattrinato interpretato da Frank Matano, riesce a sfruttare al meglio per tornare velocemente alla ribalta.

Partendo da Youtube e dai social, scagliandosi contro gli immigrati e contro la classe politica, Mussolini, che tutti credono un bravo attore, riesce ad emergere e a prendere il controllo della scena pubblica italiana, creando scompiglio anche nelle tante persone con cui entra in contatto.

Non voglio svelarvi niente di più del film, che riesce a illuminare tutte le contraddizioni del nostro campo senza scendere nel campo della satira. Il film è uscito nelle sale nel 2017 ma risulta-adesso- quanto mai attuale. Si tratta in realtà del …

Solo e Sodo

Immagine
Questa volta la Disney ha deciso di calare il carico grosso ed ha messo in campo un regista con i controfiocchi per raccontare la storia di Han Solo, uno dei personaggi più amati della saga originale. Sto parlando di Ron Howard, il Richie Cunningham della nostra infanzia, che poi da regista ha firmato capolavori come Cocoon, Apollo 13, A Beautiful Mind e Il Codice Da Vinci, solo per citarne alcuni. E la scelta ha premiato perché questa volta il film è fatto bene.

Una cosa che mi ha intrigato, perché del tutto inattesa, è stata la situazione che determina il cognome di Han. La scena, che ovviamente non svelo, si svolge però in un modo che non sono così sicuro funzioni bene anche in lingua originale e quindi adesso sono proprio curioso di aspettare esca il DVD, così potrò sincerarmene. Il destino di Han era, in buona parte, già scritto: orfano, allevato da un istituti diretto da delinquenti ed animato dal desiderio di diventare un grande pilota, non è che avesse davanti troppe alternative…

DOGMAN .. e la pasta con la Pomarola

Immagine
Un uomo particolare. Socialmente inserito grazie ad una forte voglia di esserlo. Una persona che ama profondamente i cani, ma ancora di più la sua favolosa bambina. Dogman è il nome della sua attività, quella cioè con cui si prende cura dei cani che gli vengono affidati come dog-sitter: li porta a passeggio, li nutre, li lava e li asciuga, e tutto mettendoci il suo vero e coraggioso amore. Il tutto in un quartieraccio malfamato del sud Italia nel quale Marcello, il protagonista, sembra proprio nato male.

Le sorprese non mancano, ma non sono le classiche sorprese esagerate all’americana: sono più delicate e, a mio parere, più spiazzanti. Uno dei motivi per cui sono andato a vedere questo lavoro di Garrone, nonostante non rientri affatto tra i generi che amo, era l’implacabile curiosità di capire la situazione in cui il film è costruito e scoprire il finale “sorprendente” citato fin troppe volte da fin troppe persone. Quello che posso dire dopo averlo visto è che alla fine mi è piaciuto, ma …