Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2015

Non Ci Resta Che ridere fino a Piangere!!!

Immagine
Un capolavoro del 1984, un’opera più unica che rara di una coppia mai più rivista al cinema, un intreccio fra due comicità così diverse e così legate alla loro origine geografica che, per quanto impensabile, riesce a raggiungere l’apice della commedia divertente, è stato restaurato e riportato per soli tre giorni sul grande schermo!

L’occasione era imperdibile e -ovviamente- noi non ce la siamo lasciata sfuggire!!! Non è sorprendente che tutta la sala si sia esaltata ed abbia riso a squarciagola durante la proiezione: il film è una piccola, molto preziosa opera d’arte che, attraverso una continua raffica di gag tutte molto riuscite, ha generato dei tormentoni nel linguaggio quotidiano degli italiani, che tuttora sopravvivono e fanno ridere. “Pereperepe”, “Eh, come i’babbo!”, “Grazie Mario”, “Ma nove per nove farà ottantuno?”, “Per carità: 33, 33 e 33!” e poi la scena del doganiere, quella della lettera a Savonarola e l’incommensurabile incontro di “intelletti” con Leonardo da Vinci.
Sco…

I due volti di Cenerentola e i Topini con la zucca!

Immagine
Avete visto il film Cenerentola? Ecco usciti dal cinema che cosa potreste pensare... in quale versione vi rispecchiate di più?

La versione di Daniele: La fiaba di Cenerentola nella versione Disney è un classico… Un classico stereotipo anni '50 della donna che per realizzarsi ha bisogno di un uomo, meglio se Principe, a tirarla fuori dai guai. Certo che la sfortuna prima si accanisce contro Ella, muore la mamma; il babbo, prima di passare all’aldilà, fa in tempo a risposarsi con una megera portando a casa anche le mitiche Anastasia e Genoveffa. Dopo anni di vessazioni continue da parte delle tre fiere, la fortuna gira e Fate, topini, zucche e Principi si scatenano per cercare di migliorarle la vita. 
Oddio, la Fata poteva fare di più, a mezzanotte non rientrano nemmeno le quattordicenni quando vanno in discoteca! Cenerentola chiaramente s’innamora del Principe dei miopi che, senza vestito da sera, non la riconosce nemmeno; meno male che Ella ha un piede di dimensioni uniche, …