Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2016

Liebster .. in libertà!

Immagine
E' sempre un onore ricevere il Liebster Award.. soprattutto perché è un riconoscimento che arriva da altri blog come noi appassionati di cinema e nondimeno perché permette di raccontare qualche curiosità su di noi.. segnalando a nostra volta altri blog 'meritevoli' del Liebster. Per chi non ricordasse le ccregole del premio, potete guardare qui
Abbiamo deciso di sfruttare questa occasione per far conoscere meglio i 3 'uomini' del blog, che hanno risposto ognuno ad alcune domande poste dai nostri amici blogger che ci hanno nominato e ci hanno lasciato qualche 'curiosità!
ALVARO Le risposte alle domande di La sedia Purpurea del Cinema
Tre film belli visti ultimamente: 
Lo chiamavano Jeeg Robot: grande dimostrazione di coraggio e di "concreta fantasia" nella realizzazione di un tema decisamente non facile e molto rischioso 
La Pazza Gioia: un Virzì che dimostra di crescere di lavoro in lavoro, raggiunge con questa pellicola un livello di eccelleza davvero no…

Parliamo di Timballo!

Immagine
Si sono tenute in provincia di Teramo le riprese del cortometraggio ‘Timballo’, diretto da Maurizio Forcella. Protagonista, per la prima volta nei panni di se stessa, l'attrice Maria Grazia Cucinotta. 

Il corto, scritto dal regista e da Pietro Albino Di Pasquale (già sceneggiatore di lungometraggi quali L'uomo Fiammifero, Into Paradiso, Mozzarella Stories e Buoni a Nulla), racconta la storia di un gruppo di migranti (un senegalese, un macedone e un kosovaro) che, improvvisandosi cuochi, riescono a risollevare le sorti di un ristorante in rovina reinventando, a modo loro, un piatto tipico della tradizione teramana: il timballo. 

Le riprese del cortometraggio sono state precedute dalla premiazione del miglior timballo, contest culinario lanciato in alcuni istituti alberghieri abruzzesi. Vincitore all'assaggio di una qualificata giuria è risultato il Timbascous con crespelle di grano di Saragolla, lenticchie di Santo Stefano Di Sessanio, crema di peperoni di Altino e pallottine…

La Pazza Gioia e Franco Basaglia

Immagine
Forse non tutti sono a conoscenza del fatto che l’Italia è stato il primo paese nel mondo ad abolire gli ospedali psichiatrici. Non solo: almeno fino all’uscita di questo film, è anche l’unico paese ad averlo fatto.

Tutta questa gloria (anche se a molti è sconosciuta) la dobbiamo a Franco Basaglia, un personaggio chiave della psichiatria e psicoterapia, grazie a cui nel 1978 uscì la Legge 180 -nota appunto come Legge Basaglia- che costituisce la prima ed unica legge quadro che impone la chiusura dei manicomi e la regolamentazione del TSO (trattamento sanitario obbligatorio), istituendo i servizi di igiene mentale pubblici (REMS). Basaglia fu il più importante esponente della critica alla psichiatria che usava il manicomio come luogo di emarginazione e non di cura, che privava il malato della dignità di essere umano, che abusava dell’elettroshock come strumento per “sedare”. In contrapposizione promuove il concetto di folle non solo come malato ma anche di uomo, evidenziando il valore di…