Post

In evidenza

Animali Fantastici e i Paczi polacchi

Immagine
Giunti al secondo episodio della sua nuova saga, la Rowling sceglie di marcare in modo più deciso quella connessione tra i vari mondi della magia nel mondo, che finora era stata solo vaga ed occasionale, facendo comparire la versione giovane di Albus Silente, interpretato in modo convincente da Jude Law, accompagnato dall’altrettanto giovane Minerva McGrannitt.

Il cattivo di turno è di nuovo questo terrificante mago oscuro di nome Grindelwald, interpretato dall’eccellente Johnny Depp, che evade dalla prigione per recarsi nel mondo magico di Parigi con scopi profondamente malefici. Anche Hogwards entrerà in gioco, in un modo inatteso, ma tra le varie ambientazioni si ha l’opportunità di incontrare anche altri personaggi che poi verranno ritrovati nella saga di Harry Potter, fra i quali mi ha sorpreso il ruolo dell’attrice sudcoreana Claudia Kim… che mia figlia ha subito riconosciuto e propriamente indicato (in realtà è facile già nel trailer, ma dovrete farci caso da soli).
Nel complesso…

Venom

Immagine
Avere la possibilità, di tanto in tanto, di andare al cinema gratuitamente è per me una grande cosa. Non ho il tempo, purtroppo, di sfruttare questa opportunità ogni volta che si rende possibile, ma quando posso lo faccio al volo, anche a costo di andare a vedere qualcosa che non sarebbe proprio una mia preferenza. Questo, in effetti è accaduto un paio di settimane fa in una sera che ero proprio libero; sono andato a verificare quali fossero i film che mi era possibile andare a vedere gratuitamente e, mentre la pagina su internet si apriva, nella mente mi è balenata un’idea meravigliosa: perché non andare proprio al nuovo UCI Cinemas accanto al centro commerciale Gigli, dove le sale sono appena state rinnovate, pare, in modo incredibile? Considerando che quel cinema è anche il più vicino a casa mia, questa parte della scelta era fatta. Non restava altro da fare, a quel punto, se non selezionare il film. Qui purtroppo è nato un problemino: non c’era nemmeno un film, tra quelli offerti, c…

A Star is Born e l'infuso allo zenzero

Immagine
Ci sono molti motivi per consigliare questo film. Uno su tutti, Bradley Cooper. Qui in versione cantante country e uomo-da-salvare, è ancora più carismatico (e bello) che negli ultimi suoi film. Inoltre canta divinamente ed è anche regista.. insomma come ha sintetizzato Stephen Colbert nel suo Late Show 'Io amo Bradley ma dopo questo film l'ho amato un po' meno perché ho pensato, dannazione, Bradley, lascia qualcosa anche a noi altri.. ci sarà pure qualcosa che noi sappiamo fare meglio di te!.' Io non credo..   Pertanto la mia recensione sarà necessariamente di parte, visto che ancora mi vengono le lacrime quando ascolto in The Shallow.

Nonostante tutto, ho promesso ai miei colleghi di NonSoloPizzaeCinema di non esagerare, pertanto andiamo agli altri motivi per cui consiglio il film. Lady Gaga è il secondo motivo del successo di questo film. La determinazione del regista nello sceglierla come coprotagonista si è rivelata una scelta vincente ed è stato unanime il consens…

Quasi Nemici con lo Shish Kebab

Immagine
Vive la France! Ma, soprattutto, vive Daniel Auteuil!! È un eccellente attore, che ho apprezzato in molti dei suoi film, e a cui riconosco il merito di avermi riavvicinato negli ultimi 15 anni alla cinematografia francese, da cui ero fuggito per la mia intolleranza verso quei vecchi film considerati invece dei capolavori da molti cultori del genere (ovviamente per mio gusto personale). Così ho imparato ad apprezzare tantissimo le loro commedie, che sono veramente spassose, e successivamente anche lavori ben più impegnati e tutti molto ben rappresentati.
In questo si tratta un tema che mi aveva già molto catturato in un altro film, Thank You For Smoking, anche se lì il tema era approcciato da un differente punto di vista: se il tuo scopo è avere ragione, indipendentemente dal tema che vuoi o devi sostenere, il modo in cui ti presenti, come parli, la postura, gli argomenti che sfrutti e le relative tecniche retoriche sono tutte “armi” che devi imparare a conoscere profondamente per poterl…

The Wife e la Crema di Funghi

Immagine
Non è la trama, questa volta, a rendere questo film un bel lavoro. La storia in realtà è già stata utilizzata in altre versioni, quindi non nasconde troppe sorprese, ma c’è un magnifico lavoro fatto sull’analisi delle caratteristiche e della personalità di ogni singolo personaggio, che sfocia nell’enorme valore dell’interpretazione dei due protagonisti. Glenn Close dimostra per l’ennesima volta di sapere molto bene come dar valore alle sue interpretazioni e sorprende come mai le sia stato dato un riconoscimento alla Notte degli Oscar: questa volta lo meriterebbe sul serio. Ma, oltre a lei, va evidenziata la bravura di Jonathan Pryce nel ruolo del marito, un ruolo pseudo-negativo in un rapporto coniugale che –alla fine dei conti- è probabilmente l’elemento più sorprendente della trama.

L’altro aspetto molto interessante riguarda la difficoltà che il mondo femminile ha sempre avuto a farsi riconoscere pari diritti e di come il tempo porta ad una sua sempre maggiore affermazione. Oggi non …

Sono Tornato, con lo Sformato Autarchico

Immagine
L'Italia non ha più memoria del fascismo. Cosa accadrebbe, oggi, se il Duce tornasse fra noi? Questa la domanda al centro del delizioso e quanto mai attuale film di Milani che immagina un'ipotetico ritorno del Duce -oggi- nel bel mezzo di Roma. Una manna dal cielo per i mass media, che l'abile Mussolini con l'aiuto del documentarista squattrinato interpretato da Frank Matano, riesce a sfruttare al meglio per tornare velocemente alla ribalta.

Partendo da Youtube e dai social, scagliandosi contro gli immigrati e contro la classe politica, Mussolini, che tutti credono un bravo attore, riesce ad emergere e a prendere il controllo della scena pubblica italiana, creando scompiglio anche nelle tante persone con cui entra in contatto.

Non voglio svelarvi niente di più del film, che riesce a illuminare tutte le contraddizioni del nostro campo senza scendere nel campo della satira. Il film è uscito nelle sale nel 2017 ma risulta-adesso- quanto mai attuale. Si tratta in realtà del …

Solo e Sodo

Immagine
Questa volta la Disney ha deciso di calare il carico grosso ed ha messo in campo un regista con i controfiocchi per raccontare la storia di Han Solo, uno dei personaggi più amati della saga originale. Sto parlando di Ron Howard, il Richie Cunningham della nostra infanzia, che poi da regista ha firmato capolavori come Cocoon, Apollo 13, A Beautiful Mind e Il Codice Da Vinci, solo per citarne alcuni. E la scelta ha premiato perché questa volta il film è fatto bene.

Una cosa che mi ha intrigato, perché del tutto inattesa, è stata la situazione che determina il cognome di Han. La scena, che ovviamente non svelo, si svolge però in un modo che non sono così sicuro funzioni bene anche in lingua originale e quindi adesso sono proprio curioso di aspettare esca il DVD, così potrò sincerarmene. Il destino di Han era, in buona parte, già scritto: orfano, allevato da un istituti diretto da delinquenti ed animato dal desiderio di diventare un grande pilota, non è che avesse davanti troppe alternative…