Post

In evidenza

IMAX, DUMBO e Zucchero Filato

Immagine
Forse i più di voi già lo sanno, ma io ho appena capito cosa significa la sigla IMAX nelle sale cinematografiche. IMAX (da Image Maximum) è un sistema di proiezione che ha la capacità di mostrare immagini e video con una grandezza e una risoluzione molto superiore rispetto ai sistemi di proiezione convenzionali, grazie all’uso di pellicole più grandi e dedicate al solo video, di nastri separati dedicati alla sola parte audio, di proiettori strutturati al fine di gestire questa nuova tecnologia e sale non convenzionali che permettono una disposizione molto più vicina allo schermo. Non sono molte le sale del genere, nel mondo come in Italia, ma a Campi Bisenzio, comune di Firenze, ne esiste una appena allestita nel multisala vicino al centro commerciale I Gigli, che dopo le modifiche implementate nell’estate 2018 ha preso il nome UCI LUXE. Per primi giorni di aprile 2019 è stata lanciata la campagna promozionale “Cinema a 3€”, che prevedeva la formula a 5€ per la sala IMAX. Mi sono incuri…

Captain Marvel e la “Dolce Meraviglia”

Immagine
Bire Larson per me è stata una scoperta. Ammetto che fino ad ora non l’avevo mai percepita, ma dopo aver visto questo film ne sono rimasto colpito e ho voluto saperne qualcosa di più. Ed è così che ho scoperto che lei ha, a mia insaputa, vinto addirittura un Oscar come migliore attrice protagonista in Room, un film il cui nome non ha acceso alcuna lampadina nella mia testa, ma che adesso, dopo essermene gustato il trailer, desidero molto vedere. Vi saprò dire.
Ma torniamo al protagonista di questo post, un film che ha superato le mie aspettative e che consiglio a tutti gli amanti del genere fantastico con supereroi. Brava lei, come ho già detto, ma anche il resto del cast, belle le immagini e le ambientazioni, interessante e ben costruita la storia, divertenti le gag e forte il messaggio pacifista. È la prima volta che vedo una protagonista femminile unica in un film della Marvel, però è un’indiscutibile supereroina che non solo è dotata di poteri incredibili, ma anche di una forza int…

Gloria Bell e il French Dipped Sandwich

Immagine
Avete presente cosa si prova quando, mentre ci si ritrova ad ascoltare musica in macchina, non si può fare a meno di cantare fregandosene di quello che penseranno gli autisti di fianco a noi? Gloria ce l'ha ben presente, è una donna che vive la sua vita come e fosse una colonna sonora, alternando canzoni lente e romantiche a pezzi dance, emozioni forti a lacrime e nostalgia.

Forse è proprio questo suo essere donna, madre e femmina allo stesso tempo che affascina gli estimatori di questo film. Parliamo di estimatori perché il film Gloria Bell non è nuovo, ma un remake fedele al precedente Gloria del 2013. La particolarità assoluta di questo remake è data dal fatto che entrambi i film hanno lo stesso regista, Sebastìan Lelio.

Cambia la protagonista, nel nuovo Gloria troviamo una strepitosa Julianne Moore, perfetta in questo ruolo, e cambia l'ambientazione che dal Cile si sposta in una più internazionale Los Angeles. Quello che non cambia è l'amore del regista per questo person…

Alita e un risotto particolare!

Immagine
Ispirato all’omonimo manga cyberpunk del 1990, Alita – Angelo Della Battaglia è un’opera che non ho dubbi a definire come un Avatar 2.0: è un eccellente esercizio di stile, come il suo predecessore, che mira ad utilizzare con elevata capacità le ultimissime novità tecnologiche della cinematografia. Si fatica a distinguere il reale dall’artefatto tanto attenta è stata la realizzazione di ogni singola scena in ogni suo singolo dettaglio. Certo la trama è stata lasciata un po’ da parte: è fin troppo semplice e prevedibile, ma lo si può perdonare concentrandosi di più sulla valutazione tecnica della pellicola. Poi, considerando che il regista scelto è Rodriguez (arcinoto per i suoi pulp movie come Sin City e Machete), un’attenzione ridotta sulla trama rispetto agli effetti speciali ricercati in questo lavoro c’era da aspettarsela.

Iron City, dove la storia prende vita, è un’ipotetica città del futuro nella quale c’è profonda miseria, tuttavia è vitale e molto solare, e le scenografie, sia d…

Green Book & KFC

Immagine
Mi sono davvero divertito. Non sono solo stato bene e non mi è solo piaciuto, ma non sono riuscito a trattenermi e per tutto il film mi sono ritrovato a commentare e ridere di gusto. I due attori protagonisti sono eccezionali, riescono a farti respirare l’aria dei luoghi in cui si svolge l’avventura e la loro cruda realtà. Mai ho trovato un titolo così azzeccato, perché porta l’attenzione su un terzo silente protagonista il cui ruolo si dimostra fondamentale nei momenti più critici.

È una storia sui sentimenti, sui rapporti interpersonali, sul contrasto tra personaggi, culture e livelli culturali differenti, ma soprattutto non è una denuncia contro il razzismo: è piuttosto una sfida alla rigidità mentale di un popolo che vive di stereotipi, usando la gioia di vivere, lo sberleffo e il coraggio che deriva dal credere in se stessi.
La gioia di vivere, in particolare, mi ha conquistato. Specie quella di Tony Lip (interpretato da un Viggo Mortensen che nemmeno avevo riconosciuto, nonostante…

Bohemian Rhapsody and the Queen of Puddings

Immagine
Che emozione! Sono stato conquistato da questo film, e lo stesso vale per i tre amici che erano con me: uno alla fine si è addirittura commosso, mentre la cara Audrey è rimasta così conquistata che ora vuole a tutti i costi una raccolta dei Queen, nella quale deve-assolutamente-esserci “Bum Bum Cha!” (… e che lo sdegno vi ricopra se non sapete a quale canzone si riferisce).
Donzelle e gentiluomini, sicuramente tutti voi lo saprete già, ma il caro cantante inglese Freddie Mercury era tutt’altro che inglese: il suo vero nome, infatti, era Farrokh Bulsara ed ebbe i suoi natali a Zanzibar nel 1946, dopo il trasferimento lavorativo del padre dall’India; ed è proprio l’India il paese in cui si trovano le vere radici di tutta la sua famiglia. Farrokh non mise piede in Inghilterra fino ai suoi 18 anni, quando la sua famiglia dovette fuggire da Zanzibar a seguito dei moti rivoluzionari del ’64 e si trasferì nei pressi dell’Aeroporto di Heathrow, aeroporto nel cui catering Freddy andò addirittur…

Animali Fantastici e i Paczi polacchi

Immagine
Giunti al secondo episodio della sua nuova saga, la Rowling sceglie di marcare in modo più deciso quella connessione tra i vari mondi della magia nel mondo, che finora era stata solo vaga ed occasionale, facendo comparire la versione giovane di Albus Silente, interpretato in modo convincente da Jude Law, accompagnato dall’altrettanto giovane Minerva McGrannitt.

Il cattivo di turno è di nuovo questo terrificante mago oscuro di nome Grindelwald, interpretato dall’eccellente Johnny Depp, che evade dalla prigione per recarsi nel mondo magico di Parigi con scopi profondamente malefici. Anche Hogwards entrerà in gioco, in un modo inatteso, ma tra le varie ambientazioni si ha l’opportunità di incontrare anche altri personaggi che poi verranno ritrovati nella saga di Harry Potter, fra i quali mi ha sorpreso il ruolo dell’attrice sudcoreana Claudia Kim… che mia figlia ha subito riconosciuto e propriamente indicato (in realtà è facile già nel trailer, ma dovrete farci caso da soli).
Nel complesso…