Mine Vaganti e.. garganelli verdi



A volte dimentichiamo perchè il sud è il sud: i contrasti più forti, i colori più intensi, i sapori più decisi e le storie più appassionate. Parlando alla macchinetta del caffè di Ozpetek si sentono i commenti più svariati, chi innamorato delle Fate Ignoranti non riesce più a stupirsi e chi, come chi scrive, vede sempre una storia diversa ma la stessa forza.
La puglia e la pasta sono un incontro n
aturale ma la vera scoperta è vedere un film che ci fa apprezzare Scamarcio, praticamente un miracolo.
Ma forse è il caso di ricordare che non ci si deve mai stancare di raccontare della diversità perchè rimanga sempre la normalità.


Tra gli altri vogliamo fare il nome di Nicole Grimaudo, perchè ha dato prova di grande intensità, la rivedremo sicuramente.

Le scene più importanti del film, i dialoghi pungenti e anche i colpi di scena avvengono tutti intorno alla tavola. Il cibo come momento di aggregazione e confronto, ma anche come ultimo rifugio.

Dopo un film del genere, viene spontaneo mettersi ai fornelli e cucinare un bel piatto di pasta, in onore dell'azienda di famiglia!

Vi presentiamo i garganelli verdi e bianchi con porri, ba
con, zucchine e pesto di pistacchi di bronte.

Prepararla è semplice e divertente ma il risultato sarà gustosissimo.

Ricetta: Dopo aver fatto un soffritto dei porri, si aggiungono le zucchine tagliate a
tocchettini e il bacon a cubetti (già fatto rosolare a parte), Per rendere più cremoso il condimento così ottenuto si consiglia di aggiungere a fine cottura qualche cucchiaino di pesto di pistacchi di bronte. Questo condimento si abbina bene alla pasta corta,
noi abbiamo scelto i garganelli bicolori.

Buon appetito!

Commenti

Post popolari in questo blog

Anche i blogger donano!

Il Lato Positivo .. dei tagliolini al Tartufo

Saving Mr Banks .. I Donuts e l' English Tea