Non Solo Scimmie, Arachidi e Banane



Ai tempi della mia iniziale adolescenza, quando ancora non rientravo nella fascia dei cosiddetti “teenagers”, la saga del Pianeta delle Scimmie era un vero e proprio cult. È vero, uscì negli Stati Uniti tra il ’68 e il ’73, ma io la vidi solo dopo, quando giunse alla televisione italiana alcuni anni più tardi. Allora, la tecnologia per gli effetti speciali era molto limitata: rivedendolo oggi, in effetti, quel prodotto tende a sfiorare un po’ il ridicolo, considerando che il salto tecnologico ha fatto ormai raggiungere dei livelli all’epoca inimmaginabili; tuttavia alla base c’era una storia interessante e (ai tempi) originale, che compensava abbondantemente la scarsezza negli effetti speciali; per non parlare della recitazione, che a quei tempi era dominante rispetto al resto, e dell’alto livello del cast: sia sufficiente dire che l’interprete del protagonista, Taylor, era nientepopodimeno che Charlton Heston!

Sono stato un grande appassionato di quella saga, specie dei primi due film, che ho visto e rivisto; devo però ammettere, in tutta onestà, che oggi anche la storia puzza un po’ di stantio e nel volerla ripresentare bisogna anche pensare a come ringiovanirla per renderla godibile, riscrivendola profondamente e introducendo elementi e aspetti sociali nuovi, magari cercando di creare lo sgomento attraverso un’idea nuova e sperimentale.

Apes Revolution non lo fa: è più vicino a una sorta di remake privo di originalità, nonostante l’aver fatto scatenare gli eventi in modo differente (forse più realistico, ma non intrigante) ed aver ambientato la storia in tempi non molto successivi alla “rivoluzione”. Il film quindi vale qualcosa (ma non più di qualcosa) solo per gli appassionati della vecchia saga del “Pianeta delle Scimmie” che, come me, ne portano ancora un bel ricordo dentro. E questo è quanto.


Ora tutti staranno pensando: va bene, è un film in cui ci sono le scimmie e quindi proporrà sicuramente una ricetta con le banane o con le noccioline! Perciò io rispondo: dovete fare un passo in più e ricordare che, nonostante il problema nel film riguardi tutto il mondo, la storia si svolge sempre e solo in America; pertanto la ricetta non può essere altro che il famosissimo… Sandwich di Banana e Burro d’Arachidi.
http://www.pauladeen.com

È molto semplice e si prepara in soli 5 minuti: basta avere due fette di pane, una banana e due cucchiai di burro d’arachidi. In pratica, mentre si fanno tostare le fette di pane, ci si preoccupa di tagliare la banana in pezzetti piccoli; poi si spalma il burro d’arachidi sul pane tostato, si mettono i pezzi di banana dentro e si chiude il sandwich, magari tagliandolo in due prima di servirlo.

Se poi si usano semplicemente due fette di pane integrale, le informazioni nutrizionali sono le seguenti:
- Calorie: 290
- Proteine: 10g
- Grassi: 11g (2g dei quali saturi)
- Carboidrati: 45g
- Fibre: 6g

Enjoy!

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...