Nessuno mi può giudicare e i tonnarelli con guanciale


 Nessuno mi può giudicare è una commedia di Massimiliano Bruno, divertente e punteggiata di battute ben riuscite. Stasera parliamo di questo film, perchè ogni tanto ridere, sorridere, riflettere, fa bene al cuore e soprattutto perchè dopo potete concludere in bellezza con un piatto che vi farà sentire orgogliosi di essere italiani. 

Alice, 35 anni e un figlio di 9 vive a Roma circondata da lusso e da servitù extracomunitaria, di ogni nazione. Alla morte improvvisa del marito si ritrova sul lastrico e con un grosso debito da saldare. Si ritrova così a vivere suo malgrado in un quartiere 'multietnico' di Roma su suggerimento del suo ex-cameriere Aziz. Per guadagnare tanto e in fretta, dopo una ricerca infruttuosa di lavori 'seri', ricorre al mestiere più antico del mondo, facendosi dare lezioni da una escort professionista.

 

Nella sua trasformazione da 'rispettabile' altoborghese a Torbida Morena, Alice scoprirà il senso di una vita felice e più vera ... oltre a uno stupendo Raul Bova (!). Paola Cortellesi si cala perfettamente nel triplice ruolo di Alice/altezzosa-signora-borghese, Alice/mamma-semplice-e-modesta e Alice/TorbidaMorena. 

Sicuramente la sua versatilità e simpatia è uno degli ingredienti di successo del film. Ma non sarebbe giusto non citare il simpaticissimo Rocco Papaleo, che interpreta con ironia un razzistoide che nonostante tutto regala alcune delle chicche più divertenti del film. 'Bianchi e neri siamo tutti uguali? Ma che siamo in un film di Nanni Moretti? Siamo in un film di Nanni Moretti?'  

Prima di passare dal film al piatto, NonSoloPizzaeCinema torna negli anni sessanta e vi propone un evergreen musicale.. avrete già capito il titolo.

  

Avete visto il film, rispolverato  Caterina Caselli, adesso è l'ora di cucinare un bel piatto romano doc. 

Si tratta della pasta alla gricia, come avrete capito uno dei nostri preferiti visto che ne abbiamo già parlato qui (ricetta completa). Che è la gricia? Una amatriciana senza sugo, una cacio e pepe con guanciale o ancora una carbonara senza uova! Mi raccomando, non usate pasta qualsiasi... per un risultato veramente gustoso utilizzate i tonnarelli! Se vi sentite veramente ispirati e volete farli in casa potete seguire i consigli di La Cuoca Felice (clicca qui).



Se invece non avete voglia di cucinare, fate una scappata a Castel Gandolfo e mangiateli come si deve all'Antica Bottega Arte e Vino. Qualsiasi cosa scegliate.. divertitevi perchè nessuno vi può giudicare!!


Antica Bottega Arte e Vino - Corso della Repubblica 49
Castel Gandolfo (Roma) - Sito web

4 commenti:

  1. Ciao ragazzi! E' un onore oltre che un piacere! Complimenti per il sito, tornerò a trovarvi!!!

    RispondiElimina
  2. L'idea di questo blog è assolutamente eccezionale!

    RispondiElimina
  3. Grazie mille @Barbara e @Mattia, commenti come questi mi fanno venire voglia di dedicarci ancora più tempo!! Mi raccomando allora, facciamoci pubblicità a vicenda! ;-)

    RispondiElimina
  4. la prossima volta al cinema mi porto il piatto e forchetta

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...